Limone sul Garda

Limone, barche al molo

Limone sul Garda è un comune italiano di 1 174 abitanti della provincia di Brescia, in Lombardia.

Oggi Limone è una tra le località turistiche più frequentate della riviera bresciana, famosa per le sue limonaie, il suo pregiato olio d’oliva, e per la longevità di alcuni suoi abitanti.

Civita di Bagnoregio borgo d’Italia

La città che muore

Cività di Bagnoregio è una città della provincia di Viterbo, conosciuto anche come la città che muore.

Dovuta alla continua erosione del territorio dove è costruita. Infatti il colle dove si erge è costituito da materiale tufaceo, che viene eroso sia dai venti ma anche dalle piogge. Oggi pochissime persone ancora abitano in questa città

Il borgo è raggiungibile solo da un ponte, ricostruito più volte. Dopo aver lasciato la macchina ai parcheggi limitrofi al borgo, e deliziato la vista con il bellissimo panorama che si può cogliere a prima vista.

Passati attraverso il ponte e entrati nel borgo si assapora subito aria di un tempo che negli anni sembra essersi fermato.

Dalla piazza principale si snodano vicoli e viuzze intrecciate dove poter visitare tutto il borgo incantato.

Civita di Bagnoregio è un monumento a cielo aperto e un panorama a 360 gradi dove ammirare la grande vallata, incisa dai calanchi, creste d’argilla creati dalla pioggia e vento che in questo territorio è frequentissimo.

Ogni anno il borgo viene visitato da migliaia di visitatori, riportando questa città più viva che mai.

La piazza e il duomo di san Donato è il centro della città, ma tutto il borgo è caratterizzato da stretti vicoli, da archetti, cortili e piazzette, e da case medievali e rinascimentali.

Nei dintorni di Civita di Bagnoregio, tra i tanti borghi si possono visitare il borgo di lubriano e Civitella d’Agliano. Bolsena con il lago vulcanico, Orvieto con il Duomo, il parco dei mostri a Bomarzo.

Paesaggi-e-natura

Come pianificare un’uscita fotografica

Più di una volta ho visto delle foto scattate da grandi fotografi e scoprire poi che dietro quelle foto c’erano mesi e mesi di preparazione. Penso che in effetti per scattare una buona fotografia non basti uscire di casa con la fotocamera e scattare all’impazzata.

La cosa migliore sicuramente è organizzare e pianificare una uscita fotografica, la prima cosa è scegliere la location dove andare a fotografare. Guardare su google il luogo dove andare, scegliere il percorso migliore per arrivarci e così da farsi un’idea prima di partire.

Importante studiare se c’è un percorso da affrontare a piedi per capire le difficoltà per arrivare sul posto. Tutto questo serve per capire cosa portarci e cosa sarebbe superfluo, come vestirci e quale attrezzatura fotografica potrebbe servirci. Insomma cercare di capire cosa può tornarci utile e cosa no, al fine di non portarci dietro cose che poi sarebbero solo un ostacolo.

La preparazione dell’attrezzatura và organizzata in tempo, controllare le batterie se sono cariche, schede vuote e formattate, un telecomando per lo scatto remoto ecc. Tutto ciò che ci serve, organizzato per tempo. Questo perché se noi ci prepariamo tutto all’ultimo momento poi quasi sicuramente ci dimenticheremo qualcosa di importante a casa. Un’altra cosa (ma questo è facoltativo) cercare di farsi accompagnare da qualche buono amico.

Importante è conoscere l’orario del tramonto, non solo per un discorso fotografico e per avere la luce migliore, ma soprattutto per un discorso di sicurezza. Se devi fare un percorso lungo per tornare indietro farlo prima che faccia buio se non conosciamo bene la zona.

Lago di bracciano e i suoi borghi

In prossimità di Roma si trova il lago di Bracciano, il lago è di origine vulcanica a circa 50 chilometri dalla capitale. Sulle rive si affacciano incantevoli borghi, tra dolci colline, boschi e casolari.

Il lago si può navigare solo con piccole imbarcazioni a vela. In molti periodi dell’anno vengono svolte numerosi eventi e gare.

Ci sono vari borghi che si affacciano sul lago; Bracciano, Anguillara Sabazia, Trevignano Romano, tutti hanno il loro fascino suggestivo.

Anguillara Sabazia

Nei dintorni del lago ci sono attrattive che meritano di essere visitate. Parco del Veio, ricco di testimonianze Monumento naturale Caldara di Manziana, e la città fantasma di Monterano antica.

Abbazia di Casamar

Abbazia di Casamari

Situata nel territorio di Veroli, città nella provincia di Frosinone, a ridosso del torrente di Amaseno, tra i monti Ernici e Volsci.

L’abbazia di Casamari è uno dei più importanti monasteri italiani di architettura gotica cistercense. Si trova nel territorio del comune di Veroli, in provincia di Frosinone. Edificata sulle rovine dell’antico municipio romano. Fonte: Wikipedia

Abbazia di Casamar

Oltre l’Abbazia di Casamari ci sono nelle vicinanze altre mete interessanti da visitare. Alatri, città dei Ciclopi, Monte San Giovanni Campano, con il castello medievale risalente alla fine del X secolo.

Abbazia di Casamari

La certosa di Trisulti, il pozzo d’Antullo e la grotta di Collepardo. Per gli amanti della natura e delle escurzioni, (come me), c’è Prato di Campoli, spettacolare altopiano tra i monti Ernici.

Per le visite dell’Abbazia e maggiori informazioni sulle aperture vi consiglio di visitare il sito ufficiale .

Abbazia di Casamari

Potete raggiungere Casamari in autobus da Roma Anagnina direzione Sora. In macchina autostrada A1/E45

Casamari-strada
Ingresso Abbazia

Abbazia di Montecassino

L’Abbazia di Montecassino è un monastero benedettino sito sulla sommità di Montecassino, nel Lazio. Dal dicembre 2014 il sito è in gestione al Polo Museale del Lazio. È il monastero più antico d’Italia insieme al monastero di Santa Scolastica. Sorge a 516 metri sul livello del mare. Fonte Wikipedia

Montecasssino interni

Fondata nel 529 da San Benedetto da Norcia sul luogo di un’antica torre e di un tempio dedicato ad Apollo, situato a 519 metri sul livello del mare, ha subito nel corso della sua storia un’alterna vicenda di distruzioni, saccheggi, terremoti e successive ricostruzioni.

L’Abbazia è raggiungibile sia con l’auto che con il treno e con pullman locali e regionali.

Ingresso Abbazia

In auto, percorrendo l’autostrada A1, di solito si può scorgere l’Abbazia da lontano, l’uscita dell’autostrada è Cassino, sono molte le indicazioni che vi aiutano a raggiungere la meta.

In treno si può raggiungere dalle principali città, si possono visionare gli orari sul sito direttamente da Trenitalia

Montecassino arcate

Dista poi da un’ora e mezza dall’aeroporto di Roma fiumicino e da un’oretta dall’aeroporto di Napoli Capodichino, proseguendo poi con l’auto.

Per scoprire tutte le informazioni dell’Abbazia vi rimando al sito ufficiale

Bellegra città dei panorami

Bellegra sorge sul Monte Celeste, Il territorio è prevalente collinare e montano sugli 815 metri s.l.m. Il territorio comunale si estende tra i monti Prenestini e i monti Lucreliti. Sempre nel territorio del comune scorre il fiume Sacco.

SCORCIO CON ARCHI IN PIETRA

Cosa visitare nei dintorni di Bellegra


Il centro storico di Bellegra è un intreccio di viuzze e scorci incantati.
Le parrocchie di San Nicola e Santa Lucia conservano nel loro interno affreschi del xx secolo. Il borgo della Morra Vallea infine regala un panorama mozzafiato a 360 gradi. Nel paese si possono trovare anche le mura ciclopiche.
Nei dintorni si trova anche il convento di San Francesco, le grotte dell’arco, dalle cavità naturali, e il ponte della mola.

A circa 8 Km. potete visitare il laghetto di San Francesco, verso Subiaco, al bivio poi verso Ienne.

Direzione Subiaco a circa 10 Km., potete visitare il parco di Monte livata, gioiello dei monti Simbruini, località sciistica, panorami mozzafiato. Se cercate un pò di silenzio e staccare la spina dalla città caotica, allora questo posto fa per voi.

A circa 6 Km. si trova il comune di Serrone, piccolo e suggestivo paesino, da dove si può raggiungere il monte Scalambra.

Come arrivare
Tramite l’autostrada A1 Roma-Napoli, uscita Colleferro o Valmontone si prosegue per circa 20 km. Tramite E45 e A24

Fumone borgo medievale

Fumone in provincia di Frosinone è noto per essere stato luogo di prigionia per papa Celestino V dopo la rinuncia di questi al pontificato. Un piccolo ma suggestivo borgo medievale, caratterizzato da viuzze e vicoli caratteristici.

Molto bello da visitare è anche il santuario di San Pietro Celestino v, con la sua minuta cella.

Il paese non offre molti monumenti di rilievo a parte il castello e la chiesa di Collegiata di Santa Maria Assunta. Si può beneficiare però di panorami suggestivi essendo il paese sorto in posizione solitaria e panoramica.

Nei dintorni si possono visitare paesi e borghi come Alatri e Anagni, le rive del lago di Canterno. A Fiuggi con le sue acque di Bonifacio, e ancora Trivigliano, Torre Cajetani con il loro castello.

Come arrivare a Fumone; Si arriva in auto facilmente, dall’autostrada A1 uscita di Anagni/Fiuggi, proseguire verso Fiuggi percorrendo una superstrada. Nei pressi di Fiuggi si seguono le indicazioni per Fumone costeggiando il lago di Canterno.